Mexican Shorts



Mexican Shorts

Lungometraggio

  • Distribuzione, Festival (Italia)
  • Messico
  • 77′, col.


I CORTI

Quattro cortometraggi a firma Julián Hernández e Roberto Fiesco, prodotti dalla società di produzione messicana Mil Nubes Cine: dal pluripremiato Trémulo, tenera storia d’amore tra Julio e Carlos, al piccolo manifesto anti-omofobia di Nubes flotantes; dal corto doc Muchacho en la barra se masturba con rabia y osadía, ritratto dell’escort ballerino Johathan, all’esplicitissimo Bramadero, ormai un cult, realizzato nel 2007.

Galleria fotografica




REGISTA

Julián Hernández

Julián Hernández

Julián Hernández è nato a Città del Messico nel 1972 e si è laureato in Cinema presso l’Università Statale UNAM. Tra i suoi precedenti lavori, i lungometraggi El cielo dividido (2006), Mil nubes de paz cercan el cielo, amor, jamás acabarás de ser amor (2003), vincitore del Teddy Award al Festival di Berlino e Rabioso sol, rabioso cielo, vincitore dello stesso premio ma nel 2009 e Yo soy la felicidad de este mundo (2014).
Hernández ha anche diretto, tra gli altri, i cortometraggi Por encima del abismo de la desesperación (1996), Hubo un tiempo en que los sueños dieron paso a largas noches de insomnio (1997), Bramadero (2007), Vago rumor de mares en zozobra (2008), Atmósfera (2009). L’ultimo lavoro documentaristico dell’autore, diretto nel 2015, è Muchacho en la barra se masturba con rabia y osadia.

IL FILM

Hassen e Jonás si danno appuntamento in un cantiere delle perifera di Città del Messico. Lontani da tutti, trovano il posto perfetto dove vivere a pieno la loro passione, seducendosi a vicenda. Un posto dove il sesso diventa desiderio, e il desidera si trasforma in amore. Solamente la morte potrà ormai separarli.

 

LA SCHEDA

  • Diritti
    Festival, Vendite
  • Anno
    2007
  • Durata
    22′, col.

  • Regia
    Julián Hernández
  • Sceneggiatura
    Julián Hernández
  • Montaggio
    Emiliano Arenales Osorio

  • Fotografia
    Alejandro Cantú
  • Scenografia
    Carolina Jiménez, Jesús Torres Torres
  • Suono
    Pierre Saint-Martin, Matías Moreno

  • Interpreti
    Sergio Almazán, Cristhian Rodríguez
  • Produttori
    Roberto Fiesco, Daniel Alonso

  • Produzione
    Centro Universitario de Estudios Cinematográficos (CUEC), Mil Nubes Cine, Universidad Nacional Autónoma de México (UNAM)


FESTIVAL

  • Bangalore Queer Film Festival, 2013
  • Mix Mexico, Città del Messico, 2014
  • Mix Mexico, Città del Messico, 2015



REGISTA

Julián Hernández

Julián Hernández

Julián Hernández è nato a Città del Messico nel 1972 e si è laureato in Cinema presso l’Università Statale UNAM. Tra i suoi precedenti lavori, i lungometraggi El cielo dividido (2006), Mil nubes de paz cercan el cielo, amor, jamás acabarás de ser amor (2003), vincitore del Teddy Award al Festival di Berlino e Rabioso sol, rabioso cielo, vincitore dello stesso premio ma nel 2009 e Yo soy la felicidad de este mundo (2014).
Hernández ha anche diretto, tra gli altri, i cortometraggi Por encima del abismo de la desesperación (1996), Hubo un tiempo en que los sueños dieron paso a largas noches de insomnio (1997), Bramadero (2007), Vago rumor de mares en zozobra (2008), Atmósfera (2009). L’ultimo lavoro documentaristico dell’autore, diretto nel 2015, è Muchacho en la barra se masturba con rabia y osadia.

IL FILM

Loro danzano nell’acqua. Sono come nuvole galleggianti. Ma non per uno spettatore omofobo.

 

LA SCHEDA

  • Diritti
    Festival, Vendite
  • Anno
    2013
  • Durata
    12′, col.

  • Regia
    Julián Hernández
  • Sceneggiatura
    Julián Hernández, Sergio Loo
  • Montaggio
    Emiliano Arenales Osorio

  • Fotografia
    Alejandro Cantú
  • Scenografia
    Jesús Torres Torres
  • Suono
    Armando Narváez, Carlos De la Madrid

  • Interpreti
    Alan Ramírez, Mauricio Rico, Ignacio Pereda

  • Produttori
    Roberto Fiesco, Hugo Espinosa, Iliana Reyes, Ernesto Martínez
  • Produzione
    Mil Nubes Cine


FESTIVAL

  • Zinegoak Bilbao, 2014
  • Queer Lisboa, 2014
  • London Flare BFI LGBT Film Festival, 2014
  • Bangalore Queer Film Festival, 2014
  • Torino Gay & Lesbian Film Festival, 2014
  • Inside Out:Toronto LGBT Film Festival, 2014
  • Out Takes New Zealand LGBT Film Festival, 2014
  • San Francisco Frameline LGBT Film Festival, 2014
  • Asterisco Buenos Aires, 2014
  • Padova CINEVillage, 2014
  • Outfest Los Angeles, 2014
  • Durango Mexican Film Festival, 2014
  • Mix Mexico, Città del Messico, 2014
  • Seattle LGBT Film Festival, 2014
  • Montreal Image + Nation Film Festival, 2014
  • London Flare BFI LGBT Film Festival, 2014
  • Paraguay LGBT Film Festival, 2015
  • New York Independent Short Film Festival, 2015


PREMI

  • Aterisco Buenos Aires, 2014 – Miglior Cortometraggio



REGISTA

Julián Hernández

Julián Hernández

Julián Hernández è nato a Città del Messico nel 1972 e si è laureato in Cinema presso l’Università Statale UNAM. Tra i suoi precedenti lavori, i lungometraggi El cielo dividido (2006), Mil nubes de paz cercan el cielo, amor, jamás acabarás de ser amor (2003), vincitore del Teddy Award al Festival di Berlino e Rabioso sol, rabioso cielo, vincitore dello stesso premio ma nel 2009 e Yo soy la felicidad de este mundo (2014).
Hernández ha anche diretto, tra gli altri, i cortometraggi Por encima del abismo de la desesperación (1996), Hubo un tiempo en que los sueños dieron paso a largas noches de insomnio (1997), Bramadero (2007), Vago rumor de mares en zozobra (2008), Atmósfera (2009). L’ultimo lavoro documentaristico dell’autore, diretto nel 2015, è Muchacho en la barra se masturba con rabia y osadia.

IL FILM

La vita di Jonathan segue un leitmotiv scandito dalla danza e dal sesso. Di giorno può allenarsi in pace e concentrarsi, mentre di sera scatta l’ora delle esibizioni nei night club. Contraddizioni, tante trasgressioni, incontri, desiderio, ma anche tanta tecnica e virtuosismo. Jonathan riesce a darsi molte risposte a non poche domande. Risposte che talvolta sono dolorose, eppure sicuramente vere.

 

LA SCHEDA

  • Diritti
    Festival, Vendite
  • Anno
    2015
  • Durata
    20′, col.

  • Regia
    Julián Hernández
  • Sceneggiatura
    Emiliano Arenales Osorio
  • Montaggio
    Adriana Martínez

  • Fotografia
    Jerónimo Rodríguez-García
  • Musica
    Arturo Villela Vega
  • Suono
    Omar Juárez Espino, Armando Narváez del Valle

  • Interpreti
    Cristhian Rodríguez, Akram, Saúl Sánchez, Javier Oliván, Rubén Santiago, Albertone, Omar Francisco Armella, Luis Fernando Loyola, Carlos Eduardo Sánchez, Jyasú Torruco, Compañía de danza México de colores, Álvaro Varo Hernández

  • Produttori
    Ernesto Martínez Arévalo
  • Produzione
    IMCINE, Mil Nubes – Cine, DOCS DF, Ruta 66


FESTIVAL

  • Guadalajara International Film Festival, 2015
  • Tlvfest Film Festival, Tel Aviv, 2015
  • Toronto Inside Out LGBT Film Festival, 2015
  • Outfest Los Angeles, 2015
  • Mix Mexico, Città del Messico, 2015
  • Sicilia Queer, 2015
  • IndieBo, Bogotà, 2015
  • Sao Paulo International Short Film Festival, 2015
  • Austin aGLFF, 2015
  • Barcelona LGBT Film Festival, 2015
  • Hong Kong International LGBT Film Festival, 2015
  • Mic Genero, Città del Messico, 2015
  • FILMAR en America Latina, Ginevra, 2015
  • Festival Internacional del Nuevo Cine Latinoamericano,La Habana, 2015
  • Rio de Janiero – Curta Cinerma International Film Festival, 2015
  • Cortocircuito, New York, 2015
  • Mix Brasil, Sao Paulo, 2015
  • Mix New York, 2015
  • Santo Domingo Outfest, 2015
  • Shorts Mexico, Città del Messico, 2015
  • Clermont-Ferrand International Short Film Festival, 2016


PREMI

  • Mic Genero, Città del Messico, 2015 – Miglior Cortometraggio Documentario
  • Shorts Mexico, Città del Messico, 2015 – Miglior Cortometraggio


REGISTA

Roberto Fiesco

Roberto Fiesco

Produttore e regista, Roberto Fiesco è nato nel 1972. Tra i lungometraggi prodotti spiccano Mil nubes de paz cercan el cielo, amor, jamás acabarás de ser amor (2003) e Rabioso sol rabioso cielo (2008), entrambi diretti da Julián Hernández e vincitori del Teddy Award al Festival di Berlino, El cielo dividido, sempre a firma Julián Hernández e anche questo incluso nella selezione della Berlinale nel 2006, Partes usadas di Aarón Fernández (2006), Premio Mayahuel per la Migliore Opera Prima al Festival di Guadalajara, Todos los días son tuyos di José Luis Gutiérrez (2007), Espiral (2007) di Jorge Pérez Solano e Martín al amanecer (2009) di Juan Carlos Carrasco. Come regista ha realizzato diversi cortometraggi di finzione tra i quali Actos impuros, Paloma, Arrobo e David, vincitore del Concorso Nazionale di Cortometraggi istituito da IMCINE, del Festival di Guadalajara, di quelli di Morelia, Huesca (Premio al Miglior Attore) e Torino (LGBT), e unico cortometraggio a partecipare alla selezione della Settimana della Critica del Festival di Cannes del 2006. Quebranto, produzione pluripremiata e presentata a più di un centinaio di festival internazionali, segna il suo debutto al lungometraggio documentario. I suoi due ultimi cortometraggi si intitolano, invece, Estatuas e Trémulo, presentato in prima mondiale al Festival di Guadalajara.

IL FILM

Carlos spazza e pulisce il pavimento di una bottega di barbiere d’altri tempi. Alla vigilia della festa dell’indipendenza, tra i clienti appare Julio. I loro occhi si incontrano e, quando la bottega chiude, Julio ritorna per Carlos. Passano la notte insieme, mangiando, parlando e ballando, ben sapendo che questo incontro sarà molto breve. Una storia fresca e delicata che racconta l’ingenuità e la spensieratezza dell’adolescenza e la preziosità dei fugaci momenti di gioia che la vita, alle volte, ci regala.

 

LA SCHEDA

  • Diritti
    Festival, Vendite
  • Anno
    2015
  • Durata
    20′, col.

  • Regia
    Roberto Fiesco
  • Sceneggiatura
    Roberto Fiesco
  • Montaggio
    Adriana Martínez
  • Fotografia
    Alejandro Cantú

  • Scenografia
    Jesús Torres Torres
  • Musica
    Arturo Villela Vega
  • Suono
    Omar Juárez Espino, Armando Narváez del Valle

  • Interpreti
    Benny Emmanuel, Axel Arenas, Alfonso Bravo, Pascacio López, Giovanna Zacarías, Gustavo Terrazas, Roberto Fiesco Barrientos, Enrique Medina

  • Produttori
    Ernesto Martínez Arévalo, Iliana Reyes
  • Produzione
    IMCINE, Mil Nubes-Cine, Ruta 66


FESTIVAL

  • Guadalajara International Film Festival, 2015
  • San Francisco Frameline LGBT Film Festival, 2015
  • Toronto Inside Out LGBT Film Festival, 2015
  • Sicilia Queer, 2015
  • Mix Mexico, Città del Messico, 2015
  • Paraguay LGBT Film Festival, 2015
  • Durango Mexican Film Festival, 2015
  • Mix Milano, 2015
  • Monterrey LGBT Film Festival, 2015
  • Queer Lisboa, 2015
  • Outfest Los Angeles, 2015
  • Calanda 22xdonluis Film Festival, 2015
  • Austin aGLFF, 2015
  • Barcelona LGBT Film Festival, 2015
  • Vancouver Latin American Film Festival, 2015
  • Dayton LGBT Film Festival, 2015
  • Stockholm LGBT Film Festival, 2015
  • Bend Film Festival, 2015
  • Albuquerque Southwest Gay and Lesbian Film Festival, 2015
  • Seattle LGBT Film Festival, 2015
  • Rochester ImageOut Film Festival, 2015
  • Pittsburgh ReelQ Film Festival, 2015
  • New York NewFest, 2015
  • Louisville LGBT Film Festival, 2015
  • Long Island Gay & Lesbian Film Festival, 2015
  • Milwaukee LGBT Film/Video Festival, 2015
  • BIG! Bari Gender International Film Festival, 2015
  • Rio de Janiero – Curta Cinerma International Film Festival, 2015
  • Mix Brazil, 2015
  • Lesgaicinemad, Madrid, 2015
  • Mic Genero, Città del Messico, 2015
  • El lugar sin limites, Asuncion, 2015
  • Perlen Hannover, 2015
  •  Uno sguardo normale, Cagliari, 2015
  • Kingstone Reelout, 2015
  • Santo Domingo Outfest, 2015
  • Montreal Image + Nation Film Festival, 2015
  • Festival Internacional del Nuevo Cine Latinoamericano, La Habana, 2015
  • Shorts Mexico, Città del Messico, 2015
  • Out on Film Atlanta, 2015 


PREMI

  • Louisville LGBT Film Festival, 2015 – Premio Del Pubblico
  • Seattle LGBT Film Festival, 2015 – Miglior Cortometraggio
  • Vancouver Latin American Film Festival, 2015 – Miglior Cortometraggio
  • Austin aGIFFL, 2015 – Miglior Cortometraggio
  • Shorts Mexico, Città del Messico, 2015 – Miglior Cortometraggio
  • Mic Genero, Città del Messico, 2015 – Miglior Cortometraggio Di Finzione
  • Outfest Los Angeles, 2015 – Miglior Cortometraggio Di Finzione
  • Durango Mexican Film Festival, 2015- Miglior Cortometraggio
  • Sicilia Queer, 2015 – Menzione Speciale Della Giuria, Premio Del Pubblico
  • Guadalajara International Film Festival, 2015 – Menzione Speciale Della Giuria
  • New York Newfest, 2015 – Miglior Cortometraggio Di Finzione
  • Rochester ImageOut Film Festival, 2015 – Premio Del Pubblico
  • El lugar sin limites, 2015 – Miglior Cortometraggio Di Finzione
  • Long Island LGBT Film Festival, 2015 – Miglior Cortometraggio
  • Santo Domingo Outfest, 2015 – Miglior Cortometraggio
  • Out on Film Atlanta, 2015 – Premio Del Pubblico


 

Contenuti correlati