The Blue Hour




The blue hour

Lungometraggio

  • Diritti
    Distribuzione, Festival (Italia)
  • Paese
    Thailandia
  • Anno
    2015
  • Durata
    99′, col.


IL FILM

Thailandia. Per il timido Tam la vita è un vero inferno: a scuola è vittima del bullismo dei compagni e a casa il padre si accanisce su di lui in modo violento. Quando, online, conosce Phum, decisamente più scafato, che gli dà appuntamento per un po’ di sesso. Sorprendentemente, non solo funziona l’attrazione fisica ma nasce anche un Thai mood, un onirico, mutuo stato d’animo che coinvolge entrambi: Tam, per la prima volta, si sente al sicuro tra le braccia di qualcun altro, trovandovi il rifugio che per lungo tempo ha cercato. I loro incontri si svolgono in una discarica e in una piscina derelitta, disturbante universo parallelo, popolato di spiriti e incontri pericolosi, sempre in bilico sul filo sottile che separa il sogno dall’incubo. Un film gay e dark, visivamente immaginifico nel quale l’omosessualità trova posto in una dimensione horror.


REGISTA

Anucha Boonyawatana

BIOFILMOGRAFIA

Anucha Boonyawatana
Anucha Boonyawatana è nato a Nakhon Phanom, in Thailandia, nel 1981. Nel 2004 ha fondato la G-Motif Production Video Company, di cui è il presidente. Con il cortometraggio Down the River (2004), progetto di laurea che mescola una storia gay con la filosofia buddhista e l’arte thai, ha partecipato a numerosi festival internazionali. Per la realizzazione del web film Love Audition 1,2 ha collaborato con l’Unesco. Il successivo Erotic Fragments No.1,2,3 è stato presentato in concorso alla Berlinale 2014., dove ha partecipato anche nel 2015, con The Blue Hour, suo esordio nel lungometraggio.

GALLERIA FOTOGRAFICA




  • Regia
    Anucha Boonyawatana
  • Sceneggiatura
    Anucha Boonyawatana, Waasuthep Ketpetch

  • Montaggio
    Chonlasit Upanigkit, Anuphap Autta
  • Fotografia
    Chaiyapreuk Chalermpornpanit, Kamolpan Ngiwtong

  • Scenografia
    Phairot Siriwat
  • Musica
    Chapavich Temnitikul
  • Suono
    Nopawat Likitwong, Sarunyu Nurnsai

  • Interpreti
    Atthaphan Poonsawas, Oabnithi Wiwattanawarang, Duangjai Hirunsri, Panutchai Kittisatima, Nithiroj Simkamtom, Chaowalit Teangsap

  • Produttori
    Anucha Boonyawatana, Areeya Cheeweewat, Donsaron Kovitvanitcha, Kaneenut Ruengrujira, Puchong Tuntisungwaragul, Vijjapat Kojiw
  • Produzione
    G Village, 185º Equator



  • Berlinale 2015 – Selezione Ufficiale – Panorama
  • Torino Gay & Lesbian Film Festival 2015 – Selezione Ufficiale – Queer Award


Contenuti correlati